AskPinocchio – Fake news detection

Pin It

Sei ricercatori italiani hanno lanciato “askPinocchio“, un software che utilizza algoritmi di intelligenza artificiale per riconoscere le fake news. “askPinocchio” vuole essere uno strumento di supporto agli utenti nella valutazione consapevole ed autonoma dell’affidabilità dell’informazione condivisa sul web.

Sul web e sui social network l’informazione viaggia rapidamente: ogni giorno milioni di utenti condividono notizie che, spesso, diventano virali in poche ore. La velocità di questo fenomeno rende molto difficile verificare la veridicità dei contenuti condivisi; in questo modo, anche bufale e “fake news” si propagano in rete in maniera sempre crescente.

Secondo gli esperti, solo un sistema automatico può essere in grado di rispondere in modo efficace a queste dinamiche.

Il sistema

“askPinocchio è il risultato di due anni di lavoro in cui abbiamo sviluppato algoritmi innovativi per riconoscere le fake news. Oggi, finalmente, mettiamo a disposizione questi algoritmi in un servizio accessibile a tutti”, spiegano i ricercatori Eugenio Tacchini, (Università Cattolica), Marco Della Vedova (Università Cattolica), Stefano Moret (Politecnico di Losanna), Gabriele Ballarin (Ricercatore indipendente), Luca de Alfaro (University of California) e Massimo Di Pierro (De Paul University, Chicago).

Secondo i creatori del software, una fake news può essere identificata automaticamente con una precisione estremamente elevata analizzando sia il contenuto della notizia, sia come si diffonde sui social. L’affidabilità di “askPinocchio”, inoltre, migliorerà nel tempo, poiché gli algoritmi di intelligenza artificiale “imparano” dall’esperienza.

Testare “askPinocchio” è semplicissimo: è sufficiente collegarsi al sito e incollare il link della news di cui si vuole verificare l’attendibilità. È possibile, inoltre, segnalare al team notizie false scoperte online per aiutare il sistema a migliorare la precisione delle sue risposte.

Per informazioni

AskPinocchio

Pin It