Beatrice Masini – Più grande la paura

Pin It

Venerdì 8 marzo alle 18:00, l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova ospita Beatrice Masini in sala Rossini del Caffè Pedrocchi, per la presentazione del suo ultimo libro, “Più grande la paura” (Marsilio).

Introduce l’incontro Luciana Sergiacomi, avvocato per la famiglia e i minori. Con l’autrice dialoga Barbara Segatto, professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università di Padova.

L’appuntamento è realizzato in collaborazione con La Fiera delle Parole.

Il libro

Protagonisti di queste storie sono i bambini. Bambini felici e bambini che non lo sono stati, abusati dagli adulti per troppo amore, come la piccola figlia di Byron, o per troppo odio, come i bambini rapiti, gli scomparsi, gli interrotti. Stanno in queste pagine bambini coraggiosi, che evocano mostri come lo Striglio per combattere ingiustizie, e bambine immaginifiche che hanno tanto letto da poter domare “Le tigri di Mompracem” e trascorrere il pomeriggio con Heathcliff a “Cime tempestose”.

C’è una bambina che accompagna il padre al mare e lo vede illuminarsi per l’incontro con una donna che è un suo vecchio amore. E una madre che si arrende al figlio che cresce e non vuole più essere baciato perché tutto, in fondo, comincia sempre con la fine dei baci. C’è un altro bambino, già quasi un ragazzo, che è l’unico che sa arrampicarsi su uno scoglio e da quello, in mezzo al mare, come su un solitario cammello nel deserto, vede allontanarsi la ragazza che gli piaceva, e gli piaceva perché lei, l’unica, non temeva vespe, formiche e bombi, e questo coraggio li univa come l’amore.

Ci siamo noi in queste pagine, piccoli piccoli, fragili e fortissimi, in bilico tra la memoria di ciò che siamo stati, la nostalgia di ciò che avremmo potuto essere, e la tenerezza per ciò che siamo.

Beatrice Masini – funambolo serio e scanzonato, dolce e feroce, in bilico, come l’infanzia – ci racconta un mondo, il nostro, prima che l’età adulta lo spiegasse con mezze voci, mezze stagioni e religioni che prevedono confessione. In questi racconti c’è l’infanzia per la quale la vita è un’avventura che non deve per forza finire bene o un viaggio che non sempre contempla il ritorno. Ci sono fuoco, acqua, vento e aria. E c’è tutto quel tempo che, da bambini, ci insegna a sentirci immortali fino a prova contraria.

Gli ospiti

Beatrice Masini

Beatrice Masini è autrice di opere per l’infanzia e stimata traduttrice (tra gli altri, si è occupata della traduzione di diversi volumi della serie di Harry Potter di J.K. Rowling). Nel 2010, il suo romanzo “Bambini nel bosco” (Fanucci) è stato finalista al Premio Strega, mentre con il romanzo “Tentativi di botanica degli affetti” (Bompiani) ha vinto il Premio Selezione Campiello 2013. Le sue opere sono state tradotte in quindici paesi. Per cinque volte si è aggiudicata il Premio Andersen – Il mondo dell’infanzia, sia come autrice che come traduttrice. Dal 2015 è direttore editoriale di Bompiani.

Barbara Segatto

Barbara Segatto è professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università di Padova. È presidente del Corso di Laurea triennale in Servizio sociale dove insegna Sociologia della famiglia e dell’infanzia. Nelle sue ricerche si occupa della trasformazione della famiglia, con particolare attenzione alla genitorialità biologica e sociale e delle pratiche di lavoro sociale per la promozione del benessere delle famiglie e dei minori. Tra le altre ricerche da lei realizzate, citiamo il recente progetto di ricerca azione denominato “Principi Principesse Re e Regine” finalizzato alla promozione dell’educazione alle pari opportunità nella scuola dell’infanzia.

Luciana Sergiacomi

Luciana Sergiacomi, avvocato per la famiglia ed i minori, è vicepresidente Unione Nazionale Camere Minorili e membro della Commissione Pari Opportunità del Comune di Padova e della Regione Veneto.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35141 Padova
Mail: progettogiovani@comune.padova.it

Pin It