Equality Forever – Giovani e pari opportunità

Pin It

equality_pareopportunità

La Commissione Pari Opportunità del Comune di Padova, nell’ambito delle proprie finalità volte a promuovere l’effettiva attuazione dei principi di uguaglianza sanciti dalla Costituzione, indice il concorso “Equality Forever – Giovani e pari opportunità” rivolto alle studentesse e agli studenti degli istituti secondari superiori presenti nel Comune di Padova, con la finalità di avvicinarli giovani alle tematiche di genere.

Gli obiettivi

  • Rilevare e/o promuovere la conoscenza dei/delle giovani sulla recente normativa che tutela maggiormente i diritti delle donne e le pari opportunità, in particolare la Convenzione di Istanbul, che prevede forme di contrasto alla violenza sulle donne, e la legge 215/2012 che presenta nuove disposizioni per una maggiore partecipazione e rappresentanza femminile nelle cariche elettive.
  • Capire il punto di vista dei/delle giovani nella società, la loro percezione della situazione attuale tra uomo e donna, quanto incide la crescita sociale sulla scelta del percorso scolastico, lavorativo e di vita.

Temi di approfondimento

Traccia 1 - EXPO 2015 - NUTRIRE IL PIANETA

Il valore delle donne quali portatrici di pratiche, conoscenze, tradizioni legate al cibo.

Tra i progetti di Expo 2015 grande rilevanza ha “Nutrimento e cultura femminile”. Tradizionalmente è la donna che si occupa dell’alimentazione e della cura della famiglia. Da sempre la donna ha avuto un forte legame con gli alimenti e il loro consumo, ha una maggiore attenzione per la qualità della vita e dei prodotti utilizzati per l’alimentazione, quindi anche dell’ambiente e dei metodi di produzione e coltura. Nei Paesi in via di sviluppo sono soprattutto le donne che lavorano la terra, ne raccolgono i frutti, assicurano il mantenimento della famiglia. La cucina e il cibo rappresentano un utile strumento per conoscere e comprendere le culture e le credenze dei vari popoli. Il cibo non è solo necessità, ma un modo per rafforzare i rapporti umani, per comunicare e per esprimere sentimenti.

Sei d’accordo che le donne, per il loro percorso storico e culturale, sono effettivamente portatrici di pratiche e tradizioni legate al cibo? è applicabile anche alla nostra società attuale? Sei a conoscenza di tradizioni legate al cibo diverse da quelle a cui sei abituato? TI sei mai chiesto/a qual è la provenienza e il metodo di produzione dei cibi consumati in famiglia? La sensibilità delle donne verso questi temi quanto può incidere sul cambiamento per uno sviluppo più sostenibile per l’ambiente?

Traccia 2 - LE RADICI DELLA VIOLENZA

Al capitolo V della Convenzione di Istanbul, gli articoli dal n. 33 al n. 36 prevedono che i Paesi si impegnino a penalizzare comportamenti di violenza psicologica, persecuzione (stalking), fisica intenzionale, sessuale, e sottopongono a sanzioni penali o legali anche chi favorisce o è complice di questi reati (art. 41). Purtroppo la violenza sulle donne e il femminicidio sono piaghe dilaganti nel nostro Paese.

Secondo te quali sono le cause scatenanti? Forse la fragilità psicologica e relazionale delle persone, il senso di possesso dell’altro/a scambiato per sentimento, o una mancata e diffusa cultura del rispetto e della dignità della donna? Perché la maggior parte delle violenze sulla donna avviene nell’ambito familiare? In che valori può credere una/un giovane per costruire una società di parità? Suggerisci quali azioni si dovrebbe intraprendere fin dal mondo della scuola, per creare la cultura del rispetto dell’altro o del diverso, per raggiungere la reale uguaglianza tra persone di sesso diverso e non.

Traccia 3 - DONNE E RAPPRESENTANZA POLITICA

Le indagini e le statistiche indicano che in Italia nelle amministrazioni le donne sono sottorappresentate. La nuova normativa (L. 23/11/12, n. 215) per il riequilibrio delle rappresentanze di genere nelle elezioni amministrative e nel rispetto del principio di pari opportunità tra uomini e donne, prevede la possibilità di esprimere la doppia preferenza, cioè indicare candidati di sesso diverso nella scheda elettorale.

Secondo la tua opinione, la legge potrà essere efficace per una effettiva presenza delle donne in politica? Oppure l’impegno della politica nella nostra società non è compatibile con la vita e gli impegni familiari di una donna? E una presenza più elevata di donne nella gestione del bene comune potrà effettivamente incidere in maniera positiva? In che modo?

Traccia 4 - GIOVANI E LAVORO

Storicamente i ruoli e le relazioni fra donne e uomini sono determinati dal contesto sociale, culturale, politico ed economico. Le differenze di genere non si rilevano solo all’interno della famiglia, ma si manifestano anche nella scelta dell’indirizzo scolastico, e di conseguenza nella possibilità di accesso al mondo del lavoro. Eppure le donne spesso superano gli uomini nella preparazione scolastica e universitaria, e hanno una grande capacità di conciliazione tra vita familiare e vita lavorativa. È abitudine pensare che la donna sia più incline a dedicarsi ai lavori di cura e gli uomini a lavori in ambito lavorativo a carattere scientifico e/o tecnologico.

Ma tutto ciò è ancora applicabile alla nostra società? Secondo la tua esperienza, esistono ancora determinati stereotipi per cui alcune carriere risultano più difficili per una giovane che per un giovane? In futuro le prospettive di lavoro saranno basate sull’uguale possibilità e opportunità, o il cammino della parità è ancora lungo? Quali strumenti ritieni più utili per favorire una maggiore capacità di scelta da parte delle donne? E come può la valorizzazione della differenza di genere e la maggiore partecipazione delle donne fare la differenza nel mondo del lavoro e nel contesto economico?

Traccia 5 - GIOVANI E SOCIETÁ

La formazione sociale e culturale dei/delle giovani è influenzata dalla società, dalla famiglia e dalle relazioni con i coetanei. Il cambiamento comportamentale per una maggiore parità e uguaglianza si attua attraverso la valorizzazione delle differenze di genere.

Esistono ancora diverse modalità relazionali utilizzate da padri e madri nell’educazione dei figli e delle figlie? Alcuni stereotipi sono ancora esistenti tra gli universi femminile e maschile? Le attese da parte dei genitori continuano ad essere differenti nei confronti del figlio e della figlia? E all’interno del gruppo di coetanei si notano ancora atteggiamenti diversificati e discriminatori?

Sezioni tematiche

La Commissione intende valorizzare ogni forma espressiva usata dai giovani proponendo le sezioni:

  • forma letteraria (composizione max 10 cartelle, poesia, ecc.)
  • forma artistica varia (disegno, pittura, grafica, scultura, ecc.)
  • foto
  • video (max 10 minuti)

Regolamento del concorso

Destinatari: studenti, studentesse e classi degli Istituti secondari superiori del Comune di Padova, singolarmente o per classe

Categorie: Biennio (classi 1 e 2) e Triennio (classi 3, 4 e 5)

I partecipanti dovranno presentare solo un elaborato di loro produzione, scelto in una singola sezione.

Modalità di partecipazione

La partecipazione al concorso è gratuita. La scheda di partecipazione (reperibile nelle pagine del sito Padovanet) compilata in tutte le sue parti e sottoscritta dall’insegnante di riferimento o dal dirigente scolastico, dovrà essere inserita in una busta chiusa allegata all’elaborato. Per le sezioni tematiche 2 e 3 l’elaborato dovrà essere corredato da una scheda di presentazione, nella quale siano riportati sinteticamente contenuto e significato dell’opera.

Ogni elaborato dovrà essere inserito, assieme all’eventuale scheda esplicativa e alla busta contenente la scheda di partecipazione, in un plico, al cui esterno dovrà essere posta solo l’indicazione dell’Istituto di appartenenza.

L’elaborato premiato diventerà di esclusiva proprietà del Comune di Padova che ne acquisisce tutti i diritti di utilizzazione e di riproduzione.

Il Comune si riserva di utilizzare tutti i materiali prodotti ad uso divulgativo escluso ogni utilizzo commerciale. Il Comune si riserva di esporre i lavori all’interno di una mostra a conclusione del concorso e di pubblicare un volume che sarà presentato nelle scuole e iniziative pubbliche.

Termine e modalità di consegna

I lavori dovranno essere spediti (farà fede il timbro postale), entro venerdì 27 febbraio 2015, al seguente indirizzo:

Comune di Padova – Gabinetto del Sindaco
Commissione Pari Opportunità
Palazzo Moroni, via Municipio 1 – 35122 Padova

o consegnati a mano a

Ufficio Protocollo, Palazzo Moroni, via
Municipio 1, Padova dal lunedì al venerdì.

Criteri di selezione

Una commissione esaminatrice, nominata dall’Ente promotore, esaminerà i lavori e assegnerà i premi. I lavori dovranno essere originali.

Non saranno ammessi elaborati che ritraggono persone terze che non abbiano dichiarato il proprio consenso all’utilizzo e alla pubblicazione delle immagini.

Premi

I premi consistono in un buono libri e/o audiovisivi multimediali del valore di € 200,00 per il primo classificato di ogni categoria e di ogni sezione e di € 400,00 per l’istituto di appartenenza. La Commissione si riserva di assegnare un buono di € 50,00 agli elaborati, esclusi i primi classificati, che risultino particolarmente significativi e designati con “menzione speciale”.

Per informazioni

Segreteria Commissione Pari Opportunità – Gabinetto del Sindaco
via Municipio 1 – 35122 Padova
tel. 049/8205210 | fax 049/8205225
lunedì – venerdì 10.00 – 13.00
pariopportunita@comune.padova.it
www.padovanet.it

Pin It