Estero_lavoro_cercare

Se si possiede una discreta conoscenza della lingua del Paese scelto e un minimo di esperienza lavorativa, la ricerca del lavoro può iniziare anche dall’Italia, rispondendo agli annunci presenti in rete e inviando il proprio CV.

Sarà utile avvalersi per la ricerca anche delle strutture esistenti nel Paese presso il quale si intende lavorare quali gli uffici equivalenti ai nostri centri per l’impiego, le agenzie interinali, la Camera di Commercio locale, ecc.

Ovviamente, è consigliabile anche una ricerca mirata in Internet per trovare le strutture alle quali inviare il proprio curriculum vitae.

Per candidarsi, nella maggior parte dei casi occorre inviare il proprio CV con lettera di accompagnamento. In alcuni casi, per rispondere a un’offerta di lavoro via web è spesso richiesta la compilazione di un application form. È importante ricordare che non sempre il formato europeo è il più adatto, ed è quindi  necessario informarsi sulle modalità di compilazioni in relazione al Paese presso il quale ci si vuole candidare.

Anche se si sta cercando un lavoro a carattere temporaneo, la conoscenza linguista e la verifica delle proprie competenze sono alla base di una ricerca mirata. In questo caso, però, il periodo migliore per cercare un lavoro stagionale sono i primi mesi della stagione precedente, periodo nel quale si concentra la ricerca di personale da parte di strutture turistiche.

Per maggiori informazioni su come cercare lavoro all’estero è possibile prenotare una consulenza allo sportello Eurodesk di Progetto Giovani.

Risorse on-line

I due riferimenti principali da tenere in considerazione sono:

  • EURES – Servizi europei per l’impiego. Le offerte riguardano un’ampia gamma di impieghi, sia a tempo indeterminato che a termine o stagionale.All’interno di questo portale sarà possibile consultare un motore di ricerca che consentirà di filtrare il tipo di lavoro che si intende svolgere. Sono presenti informazioni riguardanti le singole realtà locali dei Paesi della comunità Europea e innumerevoli suggerimenti per aumentare le probabilità di successo della propria ricerca.
  • Portale europeo per i giovani. Offre informazioni e opportunità, a livello nazionale ed europeo, che possono interessare i giovani che vivono, studiano o lavorano in Europa. Le informazioni, disponibili in 27 lingue, sono raggruppate in 8 temi principali e riguardano 33 paesi. Le informazioni riguardano l’Europa e i singoli Paesi. Una volta scelto il Paese, si accede a un sito che raccoglie le informazioni e le notizie riguardanti il Paese che si sta consultando. Sezioni tematiche, menu e link, permettono di approfondire i vari temi e visualizzare segnalazioni e news riguardanti anche il mondo del lavoro.

Agenzie

Oltre ai siti istituzionali, un altro modo per cercare un lavoro temporaneo all’estero è rappresentato dalle agenzie private. In questo caso sarà richiesta una disponibilità di almeno tre mesi. Le agenzie, oltre che al servizio di ricerca lavoro forniscono assistenza nella sistemazione in strutture o famiglie selezionate.

I servizi offerti da queste agenzie sono a pagamento ma garantiscono l’assistenza per il disbrigo delle pratiche burocratiche e per l’organizzazione dei colloqui di lavoro. Sarà poi il candidato a mettere in campo la propria abilità per farsi assumere.

In genere, i settori con maggiore offerta sono quelli legati al turismo, alla grande distribuzione o i lavori alla pari. Gli stipendi possono variare in relazione alla conoscenza della lingua e all’esperienza.

Molte agenzie offrono la formula Work & Study dove a un lavoro si abbina un corso di lingua.