#giovanipromesse16 – Martedì

Pin It

martedì_giopro

Martedì 24 maggio, la rassegna “Da giovani promesse…” riparte fin dal pomeriggio con un seminario di approfondimento e prosegue con due presentazioni serali.

Alle 17:00, il seminario a cura di Alessandra Grandelis e Federica Ditadi parte dalle lettere scritte da Alberto Moravia tra il 1926 e il 1940, per discutere due diverse stagioni della giovinezza dell’intellettuale.

Dalle 19:00, il secondo ospite internazionale, la scozzese Kerry Hudson, racconta in anteprima italiana il suo romanzo d’esordio “Tutti gli uomini di mia madre“, assieme a Giulio D’Antona; la traduzione dall’inglese è a cura di Francesca De Zotti. Successivamente, Simone Giorgi ci parla del suo “L’ultima famiglia felice“; con lui dialoga Sara Vergot.

“Tutte le famiglie felici si assomigliano, ciascuna famiglia infelice è infelice a modo suo”. Il celebre incipit tolstojano ci guida in questo incontro: un’esplorazione della famiglia, in tutte le sue forme e le sue fragilità, nei suoi momenti di grazia e nelle sue crepe, a volte invisibili ma non per questo meno dolorose. Il tutto con ironia, profondità e leggerezza.

Il seminario si svolgerà presso il Centro Universitario di via Zabarella. Gli appuntamenti serali si terranno in piazzetta San Nicolò.

Centro Universitario Padovano – 17:00

Alessandra Grandelis

Se questa è la giovinezza vorrei che passasse presto” (Bompiani)

con Federica Ditadi

Leggi di più

3.se-questa-e-la-giovinezzaQuelle che si presentano sono lettere vere, scritte da Moravia tra il 1926 e il 1940, prive di qualsivoglia progettualità retorica congegnata per lasciare un’immagine di sé filtrata dalla letteratura. I lineamenti che si mostrano, anche grazie alla documentazione inedita, non sono solamente quelli del Moravia canonizzato: essi appaiono vivificati, poiché il racconto in tempo reale del percorso di crescita e di formazione traghetta ai lettori d’oggi il valore tutto e pieno dell’esperienza letteraria.

 

 

3.alessandra-Grandelis_bnAlessandra Grandelis, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’università di Padova, è impegnata da tempo nella ricostruzione dell’epistolario di Alberto Moravia in collaborazione con le eredi dello scrittore e con l’Associazione Fondo Alberto Moravia di Roma.

 

 

Federica Ditadi ha conseguito il dottorato di ricerca in Letteratura Italiana Contemporanea presso l’Università degli Studi di Padova, dove nel 2012 ha concluso la Laurea magistrale in Filologia Moderna.

Piazzetta San Nicolò – dalle 19:00

Kerry Hudson

Tutti gli uomini di mia madre” (Minimum Fax)

con Giulio D’Antona

Leggi di più

4.tutti-gli-uominiQuella di Janie Ryan è la storia di un’infanzia irrequieta, trascorsa tra appartamenti sordidi e case popolari fatiscenti, tra alcol, droghe e code per il sussidio di disoccupazione, al traino di una madre immatura e molto, molto instabile. Janie sembra destinata a seguirne le orme ma, nata e cresciuta per combattere, forse è pronta a riscrivere la propria storia. Kerry Hudson disegna in modo vivido un racconto agrodolce, di sopravvivenza e di apprendimento, in cui il fascino del passato e la voglia di disegnare un futuro diverso si intrecciano in una continua lotta per la vita.

 

 

4.2.kerry-hudson_4775415Kerry Hudson (1980) è nata ad Aberdeen, in Scozia. Con Tutti gli uomini di mia madre ha vinto lo Scottish First Book Award. Sete, la sua seconda opera, è stata finalista al Green Carnation Prize. Vive a Londra, dove insegna all’Accademia nazionale di scrittura e segue il suo WoMentoring Project.

 

 

10.Giulio-DAntona-foto-di-©Stefania-ZamparelliGiulio D’Antona (1984) è un giornalista culturale. Editor a Linkiesta, collabora con IL, scrive storie per Topolino e ha un blog sull’Espresso in cui si occupa di editoria americana. Vive tra Milano, New York e il lago Maggiore.

 

 

 

Francesca De Zotti, originaria della provincia di Venezia e laureatasi nel 2014 in mediazione linguistica presso l’istituto CIELS di Padova, sta concludendo il corso di laurea magistrale in interpretariato di conferenza presso la sede padovana dell’Università UNINT di Roma per le lingue inglese e francese.

Simone Giorgi

L’ultima famiglia felice” (Einaudi)

con Sara Vergot

Leggi di più

5.l-ultima-famiglia-feliceMatteo Stella è un padre che crede nel dialogo anziché nell’imposizione di regole. È un uomo mite e un padre indulgente, convinto di avere costruito una famiglia felice. Anche se Stefano, il figlio tredicenne, irride i suoi metodi educativi con una ribellione cieca, alzando di volta in volta il livello della sfida. Anche se Eleonora, la figlia maggiore, sembra aver perso pian piano il rispetto per lui. Anche se Anna, la moglie, si sente oppressa invece che liberata dall’infinita capacità che ha il marito di perdonarla. Poi, d’improvviso, ogni illusione crolla, rivelando la vulnerabilità e le contraddizioni che covano sotto la cenere in ogni famiglia.

 

 

5.Simone-GiorgiSimone Giorgi (1981) è nato e vive a Roma, dove lavora come autore televisivo. L’ultima famiglia felice è il suo primo romanzo.

 

 

 

 

Sara Vergot si è laureata all’Università degli Studi di Padova in Lettere Antiche e in Filologia Moderna, occupandosi della traduzione del classici nel ‘500 italiano. È insegnante per le scuole primarie e secondarie di secondo grado.

Vai al programma completo

 

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Mail: progettogiovani@comune.padova.it

Pin It