INSIDECOMICS #4 – La mostra virtuale

Pin It

L’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova, in collaborazione con il Festival BeComics!, presenta online i lavori dei candidati selezionati e l’opera vincitrice del bando INSIDECOMICS #4/Green is the new black

Quest’anno il progetto INSIDECOMICS si è dovuto riadattare per modificare, seppur momentaneamente, il format che aveva caratterizzato le precedenti edizioni: i lavori selezionati sono visibili online in questa pagina e sulla pagina Facebook di Progetto Giovani, in attesa di una riprogrammazione della mostra vera e propria, che verrà ospitata all’interno del Festival BeComics!.

Aspettando di poter incontrare dal vivo gli artisti di questa quarta edizione, l’ufficio Progetto Giovani ha deciso di premiare i selezionati e i vincitori con dei buoni per l’acquisto di libri e fumetti.

I vincitori

La giuria, per questa edizione composta da Matteo Stefanelli, Diego Malara e dagli operatori dell’Area Creatività di Progetto Giovani, ha decretato come vincitore il lavoro di Noah Schiatti.

La motivazione

Con una perfetta padronanza della regia e della grammatica del fumetto, l’autore è riuscito a costruire uno scenario narrativo al tempo stesso essenziale e vivace, che rifugge dagli stereotipi post-apocalittici per rappresentare un futuro sì distopico, ma in cui la rinascita è possibile. L’opera, che centra perfettamente gli obiettivi della traccia assegnata, si segnala inoltre per la ricercatezza della palette cromatica e il design di personaggi e creature. Una promettente prova di storytelling che non sfigurerebbe nelle migliori antologie indie-pop.

Inoltre, nelle scorse settimane è stato istituito uno speciale premio del pubblico, in aggiunta al premio ufficiale della giuria di esperti, basato sull’attribuzione di like e commenti ai lavori presentati da tutti i partecipanti ospitati sulla pagina Facebook di BeComics. Il pubblico si è espresso e ha scelto Giulia Giaretta con il suo “Apocalisse“. 

Il concept

Per questa quarta edizione è stato proposto ai partecipanti di creare e presentare entro il 1 marzo 2020 un’opera in grado di raccontare una personale visione di futuro sostenibile, tra visioni “green”, energie rinnovabili e sviluppi tecnologici ancora impensati.

In mostra, i lavori dei 9 fumettisti e illustratori selezionati danno forma e ci descrivono futuri apocalittici, dominati dalla realtà virtuale, dove la vita umana cerca di sopravvivere tra catastrofi energetiche e ambientali, ma anche mondi rinnovati da una nuova consapevolezza dove, tra nuove invenzioni e dispositivi ancora tutti da inventare, la società umana ritrova un equilibrio con la natura.

Alla data di scadenza per l’invio delle candidature, mai avremmo pensato di dover riorganizzare in così poco tempo la nostra vita quotidiana, adattandola a quelle che ci sono apparse come inedite richieste: stare in casa, distanziarci dagli altri, rinunciare alla socialità e al contatto umano. Ecco che le interpretazioni di futuro che emergono dalle illustrazioni e dalle storie in mostra per INSIDECOMICS #4 ci sembrano molto più vicine, ci toccano emotivamente e invitano a porci qualche domanda in più, meno scontata e banale di quello che avremmo pensato un mese fa.

Gli artisti selezionati

Clicca sul nome di ciascun artista per scoprire il suo lavoro:

Dario Bellinato

Dario Bellinato

EcoBike X-1
Illustrazione digitale
2020

In un futuro prossimo, ecco presentato in diretta nazionale il primo modello di EcoBike X-1. Una bici dotata di wifi, ricarica wireless per il proprio smartphone, modalità di guida autonoma attraverso pannelli solari integrati e grazie alla dinamo di ultima generazione. EcoBike X-1 è un nuovo concetto di bike-sharing: attraverso l’energia generata e non utilizzata, specifiche colonne sparse per la città generano elettricità per gli edifici. Per ogni colonna ricaricata, vengono piantati 10 alberi nella città o nelle zone con maggiore bisogno.

Dario Bellinato è illustratore freelance e graphic designer, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro spazia dall’illustrazione digitale alle realizzazioni di murales, con influenze che vanno dalle opere di Hayao Miyazaki al mondo della street art. Nel 2019 partecipa e vince la terza edizione di Insidecomics.

FB: Inkhand
IG: inkhand
Web: www.inkhand.it

Gloria Duò

Gloria Duò

Le piante sono verdi
Fumetto, 4 tavole
China e acquerello su carta 
2020

Il verde è il colore caratteristico delle piante, specie viventi fondamentali per i processi biologici del pianeta. Partendo dalla clorofilla, che permette la fotosintesi, passando in rassegna la biodiversità delle specie fotosintetiche, e infine comprendendo le numerose relazioni tra piante e altri esseri viventi, ci accorgiamo di quanto queste creature siano importanti per la vita sulla Terra, e che è necessario conoscere e rispettare il verde che ci circonda. Questa storia è nata dalla volontà di unire il mio amore per la nona arte con le conoscenze acquisite durante i miei studi di carattere scientifico. Lo scopo è quello di portare all’attenzione del pubblico il ruolo rilevante delle piante in tutti gli ecosistemi del nostro pianeta: una maggiore consapevolezza dell’importanza del verde può contribuire a una più attenta difesa dell’ambiente.

Gloria Duò si diploma al corso di Fumetto presso la Scuola Internazionale di Comics di Padova, nel 2019 si laurea in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente all’Università di Padova.

IG: gd_koei

Giulia Giaretta

Giulia Giaretta

Apocalisse
Illustrazione
Tecnica mista: china, acrilico, olio in conchiglia
2019

L’illustrazione è intitolata “Apocalisse”, ma tende provocatoriamente a far riflettere sul fatto che questo concetto è un nostro esclusivo punto di vista. Perché per quanto l’umanità non si limiti nello sfruttamento delle risorse del pianeta, incurante delle conseguenze, la natura e la vita vanno avanti in ogni caso, magari in modo diverso, non per forza con noi. L’immagine, da leggere in senso orario, mostra un pianeta “Madre” totalmente indifferente agli eventi, che accompagna, senza distinzione alcuna, un’umanità tracotante, inutilmente litigiosa e le specie che non sono riuscite a sopravvivere a tale tracotanza verso il limite, per tirare fuori dal proprio grembo qualcosa di nuovo, più adatto e “adattato”.

Giulia Giaretta, dopo il diploma in studi classici, si laurea in Scienze Chimiche per la Conservazione e il Restauro presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e riesce a fare pratica ed acquisire esperienza presso l’antico laboratorio di restauro di libri dell’Abbazia di Praglia a Teolo. Nel 2017 si laurea in Illustrazione e Pittura digitale presso la Scuola Internazionale di Fumetti di Padova.

IG: giulia.giaretta
Web: www.giuliagiaretta.com

Giovanna Marin

Giovanna Marin

Green Transports: #1 Green is Dreaming, #2 Green is Loving, #3 Green is Sharing
Serie di 3 illustrazioni
Acquerello, pastello sfumato, collage
2020

Queste tre immagini raccontano una piccola storia che vuole essere un piccolo consiglio. Ci concentriamo tanto su cosa sia “green”, ecologico…la vera ecologia è partire dai gesti quotidiani, è essere persone migliori in ogni ambito. Infatti quale vantaggio ne abbiamo a salvare il mondo con le sue piante se perdiamo noi stessi e coloro che abbiamo accanto? Ecco tre piccole filastrocche che raccontano tutto questo, abbinate rispettivamente alle tre immagini.

#1 Green is dreaming

Cercavo una bella alternativa
Che fosse verde, che fosse viva.
Così comprai una decisione:
Voler volare su un aquilone!
Io non stavo molto bene
E pensai di farlo insieme
Così la nostra beatitudine
Salì in fretta di altitudine.
È ecologico sognare:
Non inquina e si può volare!

#2 Green is loving

Dalla gioia il mio dolore
Si trasformò in solo amore
E con la pietra ormai scartata
Feci un veicolo di grande portata
Portavo i piccoli in un carretto
E guidavo dirimpetto
Con il poco che avevo potevo dare
Era proprio un grande affare!
È ecologico anche amare:
Ogni peso puoi trasportare!

#3 Green is sharing

Ma la vera ecologia
È condividere una sola via
È di sogni e amore il frutto
Per cambiare ciò che è brutto
Basta poco per davvero

 Per abitare un mondo vero
Un solo motore insieme usiamo
A voi e a noi una mano diamo.
È ecologico condividere:
Meno smog e tanto ridere!

Giovanna Marin, si laurea in Decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia e attualmente frequenta il corso di illustrazione Ars in Fabula a Macerata. La sua ricerca si fonda sull’illustrazione e sulle pratiche artistiche come forma di relazione nelle comunità. Giovanna Marin è stata selezionata per il progetto MAC 2019 – Maker Artisti Creativi dell’Ufficio Progetto Giovani.

IG: giomarin.illustrartist
Web: www.behance.net/gionzimarieda1

Bruna Martini

Bruna Martini

Vacanze d’altri tempi
Storia a fumetti, 4 tavole
Tecniche tradizionali: acquarello, inchiostro, matite (da 2B a 8B) e carboncino
Tecniche digitali: collage di fotografie, manipolazione colori, applicazione filtri
2019

“Vacanze d’altri tempi” è una storia a fumetti a colori di 4 pagine, che propone una possibile visione di futuro sostenibile e di armonia tra Uomo e Natura. La storia si svolge in un futuro prossimo, nell’anno 2053. La trama si basa sull’ipotesi apocalittica che questo futuro sarà dominato da due fenomeni principali: il disastro ambientale dovuto al surriscaldamento globale e il perfezionamento della Realtà Virtuale e della Realtà Aumentata. ‘Vacanze d’altri tempi’ si svolge in questo scenario. In un pianeta ormai privo delle sue bellezze naturali, gli uomini cercheranno di sopperire al disastro climatico attraverso l’organizzazione di ‘Vacanze’ in Realtà Virtuale. Queste ultime sono la risposta della società del 2053 alla necessità di trovare un’armonia tra Uomo e Natura. In uno scenario in cui l’Uomo deve confrontarsi con la distruzione del proprio pianeta, la soluzione sarà tecnologica e ‘social’. Consisterà non nel riparare la crisi ambientale – nel 2053 sarà troppo tardi per bloccare il processo del cambiamento climatico – ma nel perfezionare la Realtà’ Virtuale, così’ da ricreare il mondo che non c’è più.

Bruna Martini è motion e graphic designer, lavora nei settori dell’animazione, dell’illustrazione, della fotografia e del film, come freelance e in agenzie a Milano e Londra.

FB: brunamartinifilms
IG: brunamartinibee
Web: www.brunamartini.com

Giorgia Merlin

Giorgia Merlin

Che modello è?
Illustrazione digitale
2020

La mia illustrazione vuole strappare un sorriso a chi la guarda, ma allo stesso tempo farlo riflettere sul tema della sostenibilità. Con la parola “modello” gioco sul significato di un mondo indossato come borsa ma allo stesso la frecciatina è diretta anche all’indossatore. Non è un caso infatti che abbia scelto come spettatori di questa triste scena due bambini, che tramite il loro discorso capiscono il bisogno di distaccarsi dalle azioni e dai modelli con cui finora ci siamo approcciati alla terra e alle sue risorse. Quello che voglio esprimere con la mia illustrazione è la speranza che ripongo nelle nuove generazioni (tra cui c’è anche la mia) e l’idea di cambiamento, qualunque esso sia, che piano piano si sta facendo strada nelle nostre coscienze. D’altronde il futuro è nostro e faremo di tutto per salvaguardarlo.

Giorgia Merlin, laureata in Grafica D’arte presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, attualmente prosegue gli studi nel medesimo ateneo per conseguire il Diploma Accademico di Secondo Livello in Grafica d’Arte e Disegno. Nel 2019 ha partecipato come artista al progetto per l’arte contemporanea Step By Step, organizzato dall’Ufficio Progetto Giovani.

FB: Giorgia.Merlin.Art
IG: giorgiamerlin_art
Web: www.giorgiamerlinart.wixsite.com

Mara Mioni

Mara Mioni

La competizione
Fumetto, 4 tavole
Inchiostrazione digitale
2020

Una famiglia di papere sta nuotando in un fiume all’ombra di un salice. Una piccola paperella, però, si sente scoraggiata nel fare il bagno a causa dei rifiuti presenti nell’acqua. Si tuffa in acqua spaventata quando sente alcuni bambini, che si stanno avvicinando. Uno di loro, nel tentativo di lanciare un cartone di succo dall’altra parte del fiume, colpisce l’anatroccolo. Il piccolo cade, ferendosi con un pezzo di vetro di una bottiglia rotta abbandonata sulla riva. Vedendo il guaio che aveva combinato, il bambino si sente mortificato e viene ripreso dalla ragazza che li stava accompagnando. La giovane approfitta della situazione per mostrare ai bambini un volantino che illustra una gara a squadre. L’obiettivo è totalizzare dei punti attraverso la raccolta dei rifiuti per ottenere dei premi. I bambini accolgono la proposta con entusiasmo e danno inizio alla loro missione per ottenere il primo premio: una casetta per gli anatroccoli. Dopo aver raccolto tutti i rifiuti abbandonati vicino al fiume, i bambini, si dirigono al centro raccolta rifiuti. Il responsabile, tuttavia, li avverte che i loro punti non sono sufficienti per il primo premio. Delusi ma non scoraggiati, vengono fermati da un altro gruppo di ragazzini che, avendo osservato l’accaduto, decide di proporre una collaborazione tra le due squadre per ottenere un maggior numero di punti. Tutti insieme si presentano al centro di raccolta per ritirare il premio, lasciando sbalordito il responsabile e vincendo la gara. Diversi anni dopo, i ragazzi si impegnano ancora per tenere pulito il loro fiume e ricordano i bei momenti passati in quel luogo. La scelta dell’assenza di dialoghi è legata alla volontà di esprimere l’importanza delle nostre azioni rispetto alle semplici parole. Non che queste siano meno importanti, ma è necessario anche agire. Spesso nella nostra vita non siamo incentivati a fare buone azioni, il lavoro di gruppo di gruppo, però, può essere uno stimolo per fare del bene divertendosi.

Mara Mioni è illustratrice digitale e fumettista, ha studiato illustrazione, fumetto e animazione presso l’Istituto Design Palladio di Verona

IG: marasca_hime_sama

Matteo Perdon

Matteo Perdon

Energy Green Life
Illustrazione digitale
2020

Energy Green Life rappresenta lo scorcio di una città che ha scelto di combinarsi con le piante. I veicoli ricevono energia dalle piante messe sui loro tettucci; sui tetti degli edifici ci sono giardini che permettono di riparare le strutture e dar loro energia; l’alimentazione dei computer avviene tramite piante durante il giorno. Il ritmo delle persone prende quello delle piante per un migliore utilizzo dell’energia: la simbiosi che la razza umana avrà per salvare quotidianamente il pianeta terra con l’energia eco-sostenibile.

Matteo Perdon si laurea in Grafica d’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia con una tesi in Storia dell’Arte Contemporanea. La sua poetica si ispira alle note calde del Blues e allo spirito del Swing, alla sua città – Vicenza – e alla sua immaginazione.

FB: matteoperdonart
IG: matteoperdonart
Web: www.matteoperdon.com

Noah Schiatti – Vince INSIDECOMICS #4

Noah Schiatti

A Gaia, diecimila anni dopo
Fumetto in 4 tavole
Tecnica digitale
2020

Dopo un disastro ambientale a livello mondiale tutti gli esseri umani sopravvissuti sono costretti ad abbandonare la Terra e a vivere e spostarsi sporadicamente da un pianeta all’altro, costruendo piccole colonie. Gli animali e la vegetazione rimasti sono decimati e iniziano a mutare geneticamente. Dopo svariati millenni l’uomo inizia ad effettuare regolari spedizioni sulla Terra in previsione di ripopolarla. Gli esploratori sono mandati regolarmente a monitorare le condizioni della flora, fauna e atmosfera. L’essere umano, in previsione del ripopolamento della Terra, affina le proprie tecnologie per non pesare sull’ecosistema del Pianeta, utilizzando energie rinnovabili e istruendo le nuove generazioni ad un modello di vita sostenibile, per evitare che la Terra sia vittima delle azioni sconsiderate dell’uomo una seconda volta.

Noah Schiatti, si laurea in Fumetto e Illustrazione e attualmente frequenta il Biennio Specialistico di Linguaggi del Fumetto presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Con i suoi disegni vuole rappresentare storie di formazione e crescita personale, focalizzate sull’identità e accettazione di sé, mescolando realtà a sogni malinconici.

Web: www.andrhomeda.carbonmade.com
IG: andrhomeda

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

Pin It