lavoro_stagionale_guida (13)

La candidatura, per qualsiasi lavoro tu voglia fare quest’estate, prevede un curriculum vitae con cui presentarti. Nella maggior parte dei casi ti verrà richiesto di inviare il tuo CV via e­mail. È preferibile inviare il curriculum in formato PDF allegandolo a una lettera di presentazione che corrisponderà al corpo della mail: non inviare mai una mail vuota, con solo il CV allegato!

Una volta aperto un account mail, è possibile iniziare la ricerca: oltre a rispondere alle inserzioniinserire la propria candidatura nei diversi portali di recruitment e agenzie per il lavoro, è possibile portare il cv di persona in ristoranti, hotel, bar, pizzerie, se situati in zone vicine al domicilio.

Il curriculum vitae

Il curriculum vitae è un documento personale che raccoglie la sintesi delle esperienze formative e lavorative di chi si candida per un posto di lavoro. Rappresenta il biglietto da visita che permette di catturare l’attenzione dell’interlocutore e può aprire la strada al colloquio o alle fasi di selezione. Si tratta di una descrizione condensata della propria vita: è quindi importante compilarlo evidenziando la propria attitudine e idoneità a ricoprire il ruolo ricercato.

Un buon curriculum vitae deve rispettare le quatto “S”:

  • sintesi: sintetico ma completo;
  • schematicità: ordinato e schematico;
  • scorrevolezza: facile e veloce da scorrere, dall’esposizione fluida;
  • sobrietà: steso in un linguaggio professionale, né troppo formale né troppo discorsivo col fine di impressionare in qualche modo l’interlocutore.

La struttura, in breve, è la seguente:

  • dati anagrafici;
  • formazione scolastica;
  • esperienze professionali;
  • lingue conosciute;
  • competenze informatiche;
  • interessi, disponibilità;

L’ordine delle esperienze deve essere anticronologico, è possibile inserire invertire l’ordine tra “formazione scolastica” e “esperienze professionali” ed è obbligatorio inserire in calce l’autorizzazione al trattamento dei dati personali utilizzando la formula: “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Lgsl. del 30 Giugno 2003 n. 196, per le finalità di ricerca e selezione del personale”.

Alcuni suggerimenti:

  • non scrivere il curriculum a mano libera;
  • non superare le tre pagine (se avete poche esperienze professionali è sufficiente una pagina);
  • non fare errori, né di grammatica né di battitura;
  • non dare un aspetto disordinato al tuo curriculum e organizzalo chiaramente in sezioni;
  • non inviare “a tappeto” il curriculum: procedere per invii mirati;
  • utilizza il grassetto per sottolineare le parole chiave;
  • non tempestare l’interlocutore di telefonate per sapere se ha ricevuto il curriculum: dopo un paio di settimane puoi telefonare o inviare nuovamente il curriculum per sapere se le selezioni sono ancora aperte;
  • scrivere tutte le esperienze anche non professionali: volontariato, passioni (musica, teatro, ecc.), sport, esperienze all’estero (scambi culturali, ecc.);
  • scrivere anche le esperienze di lavoro brevi e saltuarie (baby sitter, aiuto compiti, dog sitter, animazione, campi estivi);
  • completare l’invio con una lettera di presentazione.

È possibile scegliere tra due formati: quello creato ad hoc che, pur rispettando le regole appena descritte, può essere personalizzato e il formato Europass, scaricabile o compilabile on line dal sito di Europass.

Esempio di curriculum personalizzato Esempio di curriculum vitae Europass

Nel portale unico della Rete Nazionale dei Servizi per le Politiche del Lavoro ClicLavoro sono presenti ulteriori informazioni e diversi esempi di curriculum vitae e lettera di presentazione.

La lettera di presentazione

La lettera di presentazione ha lo scopo di introdurre e motivare la candidatura valorizzando, tra le esperienze lavorative e le competenze già acquisite, quelle più coerenti con la posizione specifica per la quale ci si propone. È uno strumento importante e necessario da affiancare al CV in quanto permette di attirare più facilmente l’attenzione del selezionatore e di personalizzare il messaggio.

Nello scrittura è importante cercare di essere meno schematici e più spontanei nel presentarsi di quanto si è fatto nel curriculum, ricordandosi di adattare le proprie motivazioni alla candidatura, al variare del settore e della tipologia di lavoro.

In sintesi, il curriculum riporta tutte le informazioni, i dati e le notizie, mentre la lettera deve far scattare la prima curiosità del selezionatore nei confronti del candidato. È bene, quindi, cercare di usare un linguaggio appropriato ma anche originale e interessante, in modo da invogliare il selezionatore a leggere il CV e a conoscere il candidato.

In breve, ecco le caratteristiche che non possono mancare in una lettera di presentazione:

  • un saluto iniziale e una breve presentazione di se stessi;
  • per quale posizione si sta inviando la propria candidatura (in risposta ad un annuncio o si tratta di un’autocandidatura?);
  • perché abbiamo scelto quella posizione;
  • i propri punti di forza, relativamente al lavoro per cui ci si candida.
Esempio di lettera di presentazione

Nel portale unico della Rete Nazionale dei Servizi per le Politiche del Lavoro ClicLavoro sono presenti ulteriori informazioni e diversi esempi di curriculum vitae e lettera di presentazione.

Candidatura in lingua inglese

Per chi intende inviare la propria candidatura per un lavoro all’estero, è fondamentale la preparazione di un CV e una lettera di presentazione (cover letter) in lingua inglese. Il curriculum vitae in inglese non può essere una semplice traduzione letterale di quello in italiano, ma va scritto facendo molta attenzione alla differenza di terminologia utilizzata tra italiano e inglese.

Nel portale unico della Rete Nazionale dei Servizi per le Politiche del Lavoro ClicLavoro si trovano indicazioni e consigli utili per la redazione del proprio CV e della cover letter in inglese.

Torna all’indice