Lavorare per alcune ore al giorno in cambio di vitto e alloggio è un’ottima opportunità per viaggiare con un budget limitato e fare esperienze uniche nei contesti più diversi entrando in contatto con persone che condividono le stesse passioni.

Esistono alcune organizzazioni e network che mettono in contatto i futuri volontari con le realtà che offrono impiego.

Woofing

WWOOF – World-Wide Opportunities on Organic Farms (Opportunità globali nelle fattorie biologiche) è un’organizzione che mette in contatto le fattorie biologiche con chi voglia, viaggiando, offrire il proprio aiuto in cambio di vitto e alloggio. Si può così toccare con mano l’esperienza di vita e la scelta dell’agricoltura biologica in Italia o all’estero.

Una caratteristica peculiare del WWOOF è l’estrema varietà delle situazioni e delle persone coinvolte: i viaggiatori (WWOOFers) sono in genere giovani studenti, ma non mancano adulti e coppie con bambini. Ci sono anche varie tipologie di fattorie: grandi aziende biologiche, agriturismi, aziende a conduzione familiare, case in campagna con l’orto biologico, esperienze di totale autosufficienza, ecovillaggi ecc.

WWOOF opera come una rete di organizzazioni su base nazionale: una volta deciso il Paese in cui ci si vuole offrire come volontari, sarà necessario mettersi in contatto e iscriversi attraverso il relativo sito WWOOF locale (qui, ad esempio, il sito dell’organizzazione italiana). Per i Paesi che non hanno ancora un’organizzazione nazionale esiste un registro di fattorie comunque interessate ad ospitare volontari.

Altre opportunità di vacanze lavoro

WorkAway

WorkAway è un network (in lingua inglese) che mette in contatto potenziali volontari con i progetti più diversi. Al contrario del WWOOF, che si specializza nell’ambito agricolo, su workaway si possono trovare anche moltissimi altri tipi di impiego volontario che spaziano fra educazione, eco-turismo, baby-sitting, lezioni di lingua, cultura, cucina ecc.

Ogni volontario e ogni realtà ospitante dispongono di un profilo nel sito con il quale possono descriversi, interagire e lasciare dei feedback. Per ottenere un profilo da volontario bisogna pagare una quota annuale (attualmente di 29 euro per i singoli e 38 euro per le coppie) che permette di essere presenti sul network per un anno.

WorkAway, al contrario di WWOOF, è un’organizzazione internazionale e l’iscrizione permette di mettersi direttamente in contatto con i progetti ospitanti in tutto il mondo.

Helpx

Helpx è un sito di annunci in lingua inglese che mette in contatto volontari e realtà ospitanti, attivo a livello mondiale. In cambio di alcune ore come volontario si riceve alloggio e/o vitto nelle più diverse situazioni in giro per il mondo: pur essendo la maggior parte degli annunci relativi a lavori agricoli e in zone rurali, non mancano proposte relative agli ambiti dell’ospitalità, dei lavori marittimi ecc.

Per usare il sito è necessario iscriversi, e per disporre di tutte le funzionalità bisogna pagare una quota di 20 euro che permette di usare l’account Premium per due anni. Le funzioni avanzate includono la possibilità di leggere i feedback, di effettuare ricerche avanzate e di contattare direttamente gli ospitanti per organizzare un periodo di volontariato.

Volontariato nei festival

I festival estivi sono l’ideale per unire la passione per i viaggi a quella per la musica, l’arte e la cultura. Ogni anno c’è solo l’imbarazzo della scelta tra le diverse destinazioni e le mansioni possibili.

Solitamente i siti dei festival hanno una pagina dedicata ai volontari dalla quale si può inviare la propria candidatura. Offrono vitto e alloggio in cambio di alcune ore di lavoro al giorno, che può variare in tipologia e grado di responsabilità richiesta. Alcuni festival danno anche la possibilità a giovani volontari di ideare e condurre piccoli progetti interni alla manifestazione.

Di seguito, alcuni siti utili per trovare i principali festival in Europa e nel mondo:

Torna all’indice