Lezioni di Storia – I volti del potere

Pin It

Il Comune di Padova promuove “Lezioni di Storia. I volti del potere“, ciclo di appuntamenti dedicato ai grandi protagonisti dell’età moderna e contemporanea, raccontati da autorevoli storici e studiosi.

Gli ospiti dei sei appuntamenti sono Alessandro Barbero, Ferdinando Fasce, Angelo D’Orsi, Emilio Gentile, Loris Zanatta e Domenico Quirico. Ogni lezione verrà introdotta da un giornalista de “Il Mattino di Padova“.

Il ciclo è realizzato dagli Editori Laterza in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto.

Il calendario

Le lezioni si svolgeranno di domenica alle 11:00, al Teatro Verdi di Padova. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

L’ufficio Progetto Giovani offre la possibilità di riservare dei posti per gli studenti delle scuole secondarie superiori. I docenti interessati a partecipare con le proprie classi possono iscriverle inviando una mail di adesione all’indirizzo segreteria.scuolemediesuperiori@comune.padova.it.
4 novembre11 novembre18 novembre2 dicembre9 dicembre16 dicembre

Alessandro Barbero

Napoleone tra libertà e tirannide

La figura di Napoleone già divideva i suoi contemporanei e ha continuato a dividere i posteri: è stato il continuatore dei principi della Rivoluzione francese o piuttosto il loro affossatore? Chi combatteva sotto le sue bandiere stava dalla parte della libertà o della tirannide?

Di certo Napoleone ha incarnato e promosso un modo di gestire il potere che ha permesso la transizione dall’assolutismo alla democrazia attraverso forme ibride, miste di autoritarismo e di consenso popolare.

Alessandro Barbero insegna Storia medievale presso l’Università del Piemonte Orientale, sede di Vercelli.

Ferdinando Fasce

Lincoln e l’emancipazione degli schiavi

Washington, 1 gennaio 1863.
Il Presidente Abraham Lincoln firma il Proclama di emancipazione degli schiavi sudisti. La guerra civile americana è a una svolta: la parola d’ordine dell’emancipazione è arrivata al vertice del potere, alla Casa Bianca. Ma attraverso quale tragitto? E cosa significa questo evento rivoluzionario nella travagliata vita politica del Paese e nella carriera di un Presidente in apparenza tanto cauto come Lincoln?

Ferdinando Fasce ha insegnato Storia contemporanea all’Università di Genova.

Angelo D’Orsi

Lenin il rivoluzionario “di professione”

Forse il più grande personaggio politico del XX secolo, l’unico rivoluzionario ‘di professione’, capace di creare il primo Stato socialista della storia. Come Marx, fu prima di tutto uno studioso, ma riuscì anche ad essere un protagonista politico in grado di misurarsi con avversari potentissimi e con compagni incerti, battendo i primi e convincendo i secondi.

Così Churchill: “la più grande sfortuna della Russia è stata la nascita di Lenin. La seconda è stata la sua morte”.

Angelo D’Orsi insegna Storia del pensiero politico all’Università di Torino.

Emilio Gentile

Mussolini e il fascismo

I Fasci di combattimento vengono fondati nel ’19 come movimento antipartito, antisocialista, antiliberale, anticapitalista. Alla fine dell’anno gli iscritti sono solo 800 in tutta la penisola; tre anni dopo, nel 1922, sono oltre duecentomila e quello fascista è partito di Governo.

Mussolini è il primo dittatore carismatico del Novecento innalzato al culto della personalità, presto diventando modello per altri dittatori della destra rivoluzionaria; e forse anche per lo stesso Stalin.

Emilio Gentile è professore emerito dell’Università di Roma La Sapienza.

Loris Zanatta

Fidel Castro l’ultimo re cattolico

Icona socialista, Fidel Castro fu coerente erede della cristianità ispanica che plasmò la vita materiale e spirituale di Cuba. Come i re cattolici, impose con le armi la sua fede; come quelli, fuse politica e religione, arrivando a concepire una religione ‘politica’.

Il suo regime non è una comunità politica, ma una comunità di fede, inclusiva verso i fedeli, spietata con gli eretici. I suoi nemici sono quelli della Spagna cattolica: la civiltà protestante e l’illuminismo, ora ribattezzati capitalismo e liberalismo.

Loris Zanatta insegna Storia dell’America Latina all’Università di Bologna.

Domenico Quirico

Bin Laden e il terrorismo

L’ultimo dei terroristi che hanno orrendamente costruito l’idealità della morte o, meglio, l’hanno socializzata e globalizzata facendone idealità di vita? Oppure il precursore dei tempi nuovi del terrorismo che si fa Stato e progetto politico-militare?

Rappresenta il tempo dei califfi e degli emiri che cercano di ribaltare la storia del mondo? Nel suo irrisolto mistero Bin Laden resta al di là di una soglia che nessuna parola può descrivere senza rischiare di perdere significato.

Domenico Quirico è giornalista e scrittore.

Scarica il programma completo

Le Lezioni di Storia

Rigore scientifico e capacità di comunicare, appassionare, incuriosire: i migliori storici salgono sul palcoscenico per parlare al grande pubblico e raccontare i grandi personaggi dell’età moderna e contemporanea.

Incantato da un linguaggio chiaro e avvincente, in luoghi sempre speciali, il pubblico ha la possibilità di conoscere in presa diretta le vicende delle nostre città, i grandi avvenimenti contemporanei dell’Italia e del mondo, gli eventi che hanno impresso svolte radicali, i personaggi che sono stati protagonisti della grande storia.

Dall’Impero romano ai nostri anni, portati per mano attraverso i secoli, in tanti hanno scoperto perché un episodio anche lontano nel tempo possa spiegare il nostro presente e dia risposte al bisogno di memoria. Le “Lezioni di Storia“, grazie alla collaborazione tra gli Editori Laterza e il Comune, arrivano a Padova dopo essere partite da Roma per approdare in città italiane a all’estero a Londra e Dublino.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
E-mail: segreteria.scuolemediesuperiori@comune.padova.it

Teatro Verdi – Teatro Stabile del Veneto
via dei Livello, 32 – 35139  Padova
Telefono 049 8777011
E-mail: info.teatroverdi@teatrostabileveneto.it

Pin It