Padova città che legge

Pin It

Nel 2017 Padova è stata ammessa tra i 363 Comuni che hanno dimostrato di possedere tutti i requisiti richiesti dall’avviso per la qualifica di “Città che legge“.

Il riconoscimento

Dalla lettura dipendono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità: è con questa consapevolezza che il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani attraverso la qualifica di “Città che legge” ha deciso di promuovere e valorizzare quelle Amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura.

L’intento è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Una Città che legge garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura attraverso biblioteche e librerie, ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderisce a uno o più dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura (Libriamoci, Maggio dei libri, In Vitro).

Per ottenere la qualifica, i comuni hanno dovuto presentare la propria candidatura entro il 31 gennaio. Quelli che hanno dimostrato di avere le caratteristiche richieste sono stati inseriti nell’elenco delle “Città che leggono” e avranno la possibilità di partecipare ai bandi che il Centro per il libro lancerà per premiare i progetti più meritevoli.

Padova legge

Numerosi sono i requisiti che hanno fatto sì che Padova venisse selezionata tra i 520 Comuni (tra paesi, cittadine e capoluoghi) candidati al titolo di “Città che legge”: biblioteche, librerie, attività di promozione della lettura – in particolare verso le giovani generazioni – e festival letterari.

Tra questi ultimi rientra Da giovani promesse…, l’appuntamento annuale dedicato agli esordi letterari più brillanti e ai giovani autori del panorama editoriale italiano e internazionale, che si terrà in città dal 24 maggio all’1 giugno.

L’iniziativa rientra nella settima edizione di Maggio dei Libri (23 aprile-31 maggio), la campagna nazionale di promozione della lettura promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con la partecipazione di partner istituzionali (Presidenza del Consiglio dei Ministri, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Associazione Nazionale Comuni Italiani) e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Lista dei Comuni ammessi

 

Pin It