Premio europeo Carlo Magno della gioventù


Il Parlamento europeo e la Fondazione del premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana indicono l’edizione 2017 del “Premio europeo Carlo Magno della gioventù“, concorso sullo sviluppo dell’Unione europea, l’integrazione e le questioni dell’identità europea, rivolto ai giovani di tutti gli Stati membri dell’UE.

Il premio

Dal 2008 il Parlamento europeo e la Fondazione del Premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana invitano ogni anno i giovani di tutti gli Stati membri dell’UE a presentare progetti gestiti da e per giovani che mostrino una partecipazione attiva allo sviluppo dell’Europa.

Il premio è assegnato a progetti che:

  • promuovano la comprensione europea e internazionale;
  • favoriscano lo sviluppo di un sentimento comune dell’identità e dell’integrazione europea;
  • servano da modello di comportamento per i giovani che vivono in Europa e offrano esempi pratici di cittadini europei che vivono insieme come una sola comunità.

I progetti possono incentrarsi sull’organizzazione di vari eventi per i giovani, scambi o progetti online con una dimensione europea; le proposte presentate devono essere state già avviate e devono essere concluse tra il 1° gennaio 2016 e il 30 gennaio 2017, o essere ancora in corso.

Il premio per il miglior progetto ammonta a 7500 €, il secondo a 5000 € e il terzo a 2500 €. Un rappresentante di ciascuno dei 28 progetti nazionali vincitori sarà invitato alla cerimonia di assegnazione martedì 23 maggio 2017 e a trascorrere alcuni giorni ad Aquisgrana, in Germania. Come parte del premio, i vincitori sono invitati a visitare il Parlamento europeo a Bruxelles o a Strasburgo.

Come partecipare

I candidati devono avere tra i 16 e i 30 anni e devono essere cittadini o residenti di uno dei 28 Stati membri dell’Unione europea.

I partecipanti possono candidarsi individualmente o in gruppo. Le candidature sono ammesse in tutte le lingue ufficiali dell’Unione europea.

Le candidature devono essere presentate tramite l’apposito modulo online entro lunedì 30 gennaio 2017.

Per informazioni

Parlamento europeo
Mail: ECYP2017@ep.europa.eu