Ripetizioni gratuite per gli studenti delle superiori

Pin It

L’associazione SASFAL (Servizio di Aiuto e Sostegno alle Famiglie dei Lavoratori) promuove corsi di recupero scolastico per gli studenti delle scuole secondarie superiori di Padova a prezzi contenuti. Il progetto, già avviato da 4 anni, ha da quest’anno anche il supporto dell’amministrazione comunale attraverso l’Assessore alle Politiche Scolastiche, Cristina Piva.

I docenti – la maggior parte in pensione, ma alcuni ancora in attività – hanno seguito finora oltre 500 ragazzi, suddivisi in piccoli gruppi o anche singoli, a seconda delle esigenze di ciascuno. Inglese, matematica, chimica e fisica sono le materie più richieste, ma anche il latino e il greco incontrano l’interesse dei ragazzi.

Il progetto di recupero prevede l’attivazione di una rete presso ogni scuola convenzionata: il Dirigente Scolastico individua un referente che fa da ponte tra il coordinatore SASFAL, i genitori e i docenti curricolari, per uno scambio costante di informazioni e per valutare i progressi raggiunti dallo studente. Grazie a questa rete, oltre il 90% di allievi seguiti da SASFAL è stato promosso.

Nel tempo le richieste delle famiglie sono notevolmente aumentate sia per discipline che per orari, tanto che le sedi delle scuole già convenzionate non sono state più sufficienti. Grazie all’aiuto dell’Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche è stato possibile un contatto con Istituto Vescovile Barbarigo, che ha permesso di ampliare ulteriormente il servizio.

Il doposcuola verrà avviato a partire dal 19 novembre nelle tre sedi scolastiche (Marconi, Ruzza e Barbarigo). Le ripetizioni verranno strutturate in piccoli corsi di 10 ore, ripetibili e rivolti a piccoli gruppi. Per ogni corso è richiesto il contributo di 15 €, necessario a coprire le sole spese di assicurazione: tutti i docenti, infatti, si sono messi a disposizione degli studenti a titolo completamente gratuito.

Scarica il pieghevole

Per informazioni

SASFAL-CGIL
Tel.: 391 729 94 49
Mail: presidente@sasfal-cgil.it

Pin It