Step by Step 2019 – Gli incontri

Pin It

Step by Step è un progetto per le arti contemporanee che nasce dalla collaborazione tra l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova e il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università di Padova.

Giunto quest’anno alla sua 15^ edizione, Step By Step propone a 15 studenti del laboratorio “Curare una mostra d’arte” dell’Università di Padova e a 15 artisti emergenti under 35 selezionati tramite bando e dall’Archivio locale GAI di misurarsi nella dinamica curatoriale in un contesto reale, concreto e pratico per sperimentare e attivare prassi e modelli dell’arte contemporanea.

Gli artisti e i curatori coinvolti hanno condiviso un percorso di lavoro comune, iniziato a luglio con una serie di incontri teorici e che terminerà tra ottobre e novembre con la realizzazione di tre mostre collettive.

Per entrare in relazione con le strutture della città che lavorano con giovani e studenti, il ciclo di esposizioni troverà sede negli spazi del Centro Universitario Padovano di via Zabarella. Step By Step infatti si propone di contaminare gli spazi urbani con segni artistici contemporanei per stimolare un nuovo dialogo tra artista, curatore, pubblico e città.

Le esposizioni sono anticipate da una serie di incontri formativi con professionisti del mondo dell’arte e della comunicazione. Gli incontri sono gratuiti e aperti al pubblico.

25 settembre | 17:00 – 19:00

Come si curano e organizzano una mostra o un progetto espositivo?

Nello Spazio 35 del Centro Culturale Altinate San Gateano, talk con Giovanni Giacomo Paolin, curatore freelance.

Il formatore

Giovanni Paolin. Nato e cresciuto a Dolo, dove è basato attualmente. Muove i primi passi nel mondo dell’arte e della curatela dopo un percorso di alto livello come allenatore di pallacanestro. Completa il triennio di Arti Visive e Teatro presso lo IUAV di Venezia collaborando con fondazioni private basate in città. Partecipa quindi a CAMPO, corso per curatori della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo che culminerà nel progetto FuoriCAMPO. Per due anni, fino alla fine del 2016, trova casa all’interno di Atipografia, spazio indipendente e residenza artistica ad Arzignano (Vicenza). Nel frattempo è tra i fondatori del collettivo curatoriale Pierre Dupont e viene coinvolto come curatore indipendente in festival e mostre personali di artisti emergenti. Dopo essere stato selezionato per Curating the new, corso dedicato alle nuove forme curatoriali a La Valletta, ritorna a Venezia dove apre uno studio che lavora sull’ibridazione tra curatela e comunicazione per l’arte contemporanea, Cren; si iscrive quindi al corso di Laurea Magistrale in Storia dell’arte contemporanea presso l’Università Ca’ Foscari. Alla fine del 2017 completa un internship all’interno del dipartimento curatoriale del Castello di Rivoli in vista della mostra personale di Gilberto Zorio. Subito dopo viene assunto all’interno di Galleria Continua come Artist Liaison, la sua esperienza si chiude a maggio del 2019 dopo aver curato Immersione Libera, una mostra dedicata a dodici artisti italiani emergenti. La stessa estate viene selezionato per Esporre, un corso di alta formazione presso il museo MAXXI di Roma e invitato in residenza presso BoCs Art Cosenza.

2 ottobre | 16:00 – 18:00

Come si comunica un progetto culturale?

Nella sala dell’ufficio Progetto Giovani, incontro con Antonio Lauriola, responsabile della comunicazione per l’Ufficio Progetto Giovani.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

Pin It