Step by Step – Terza inaugurazione

Pin It

sbs_sito

Mercoledì 23 novembre 2016, l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova ha presentato al Centro Universitario Padovano la terza inaugurazione di Step by Step, un ciclo di quattro mostre collettive che hanno visto protagonisti giovani artisti e curatori emergenti.

L’esposizione è stata aperta da un momento inaugurale in cui i curatori hanno presentato al pubblico i lavori degli artisti seguiti; è stata visibile fino a martedì 6 dicembre 2016.

Le interviste

Saba Ferrari con Vittoria Dola
Saba Ferrari è un’artista diplomata in pittura all’Accademia di Belle Arti di Verona. Ha esposto i suoi lavori in numerose mostre, personali e collettive, sia in Italia che all’estero. A Step by Step a cura di Vittoria Dola ha presentato “A mani vuote“, una serie di opere dai toni leggeri che vogliono portare l’osservatore in uno stato di quiete, in cui spogliarsi di ogni idea.
Eva Chiara Trevisan con Federica Colle
Eva Chiara Trevisan studia pittura e decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. La sua ricerca artistica si basa sulla luce, su come questa interagisca con la forma, trasformandola. A Step by Step a cura di Federica Colle ha affrontato la tematica del Caso attraverso i tre momenti che caratterizzano l’opera d’arte: la fase embrionale, la trasposizione e il rapporto con l’esterno.
Nadia Pillon con Margherita Barbieri
Nadia Pillon è una giovane illustratrice e graphic designer di Padova. Nei suoi lavori utilizza materiali e mezzi espressivi di vario tipo, prediligendo però la tecnica digitale. A Step by Step a cura di Margherita Barbieri ha presentato, attraverso un’installazione, una microstoria che ha come protagonisti il Caso e la Necessità.
Gaia D’Alconzo con Beatrice Miatto
Gaia D’Alconzo è una giovane artista padovana. Dopo la laurea in Storia e Tutela dei Beni Culturali si specializza in letteratura e illustrazione per l’infanzia. Per Step by Step a cura di Beatrice Miatto, Gaia si è ispirata al testo e ai personaggi de “Il Giardino Segreto” e ha reinterpretato l’ambientazione esterna di Palazzo Zabarella, trasformandola nella sede della sua opera. Il tema del Caso l’ha espresso attraverso la tecnica della monotipia, un’arte che unisce pittura e stampa consentendo la realizzazione di una sola immagine, un’impronta unica e irripetibile.
Francesco Fasolato
Il giovane pittore Francesco Fasolato ha presentato a Step by Step, a cura di Amalia Nangeroni, una serie di lavori ispirati alla poesia del poeta simbolista Stéphane Mallarmé, “Un colpo di dadi non abolirà mai il caso”: il ciclo pittorico About Black, le tele Parvenza Prima e Costellazione e un’opera letteraria, composta in versi, concepita come libro d’artista.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

Pin It