2021, l’anno per l’eliminazione del lavoro minorile

Pin It

Nel 2019, l’Assemble Generale dell’ONU proclama il 2021 come l’Anno Internazionale per l’Eliminazione del Lavoro Minorile: questa risoluzione venne presa per sollecitare i governi ad adottare misure adeguate, per promuovere il lavoro dignitoso e raggiungere l’obiettivo previsto dall’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile.

Tutti i Paesi si sono impegnati ad adottare misure immediate per eliminare le forme di lavoro minorile entro il 2025.

Le iniziative dell’ILO

Per portare avanti questi obiettivi l’International Labour Organization (ILO) ha lanciato – insieme ai suoi partner – “Alleanza 8.7“, un’alleanza mondiale che vuole porre fine al lavoro minorile, al lavoro forzato, alla schiavitù moderna e alla tratta degli esseri umani.

Di seguito, due iniziative che rientrano nei programmi dell’allenza:

Action Pledges

Action Pledges” è l’iniziativa che raccoglie progetti e attività che contribuiscano all’eliminazione del lavoro minorile entro il 2025, incoraggiando istituzioni nazionali e regionali, parti sociali e organizzazioni di varia natura a promuovere entro la fine di quest’anno azioni concrete.

Tutte le proposte devono essere presentate entro il 30 marzo 2021, seguendo le istruzioni presenti a questo link.

Musica contro il lavoro minorile

Musica contro il lavoro minorile” è un contest rivolto ai musicisti di tutto il mondo per la creazione di canzoni a supporto dell’eliminazione del lavoro minorile.

Possono partecipare al concorso orchestre, cori, ensemble, band e solisti, ma è necessario inviare la presentazione delle canzoni nelle modalità indicate al seguente link, entro e non oltre il 12 aprile 2021.

Per informazioni
Organizzazione internazionale del lavoro

Pin It