Progetto Giovani alla Fiera delle Parole 2013

Pin It

Progetto Giovani alla Fiera delle Parole 2013

Continua, per il 2013, la collaborazione dell’Ufficio Progetto Giovani – Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Padova – con La Fiera delle Parole, la rassegna che – da martedì 8 a domenica 13 ottobre – porta a Padova scrittori, giornalisti, critici, personaggi della cultura e dello spettacolo del panorama nazionale e internazionale.

Proseguendo un percorso avviato durante l’edizione 2012, la partnership nasce dall’esigenza di perseguire un doppio obiettivovalorizzare, da un lato, le esperienze e il contributo di giovani autori e critici; stimolare, dall’altro, il dibattito e il confronto rispetto a temi d’interesse o utilità per le nuove generazioni.

Ecco, dunque, i percorsi principali:

IL PERCORSO CON LE SCUOLE
Un lavoro che si avvale anche di una consolidata collaborazione con gli istituti scolastici della città di Padova. Agli studenti, infatti, sono direttamente rivolti alcuni degli appuntamenti in calendario: si affronteranno i temi dell’impegno e dell’educazione – con i responsabili del progettolecosecambiano.org in prima linea nella lotta contro bullismo omofobia – e si rifletterà sulla storia dell’amianto, dal miracolo alla tragedia – con lo scrittore Stefano Valenti; si guarderà al resto d’Europa ascoltando storie di multiculturalitàintegrazione contraddizioni con Anthony Cartwright – autore di “Heartland” – e all’Italia dei migranti con Yvan Sagnet.

I MESTIERI DELL’EDITORIA
Rivolto agli studenti universitari e superiori, ma aperto al pubblico, un breve percorso per conoscere i mestieri dell’editoria si svilupperà lungo l’intera durata della Fiera: un’occasione per dialogare con i professionisti che lavorano nella filiera editoriale o ne incrociano il campo. Editordirettori di collana, editorigrafici blogger per raccontare le proprie professionalità e ragionare sullo stato attuale di un mondo in costante evoluzione.

UNA FIERA INTERNAZIONALE
Perché una Fiera sia tale, non può mancare il contributo estero. Così, per la prima volta, La Fiera delle Parole ospiterà autori provenienti dall’Europa e non solo. Come il già citato Cartwright con la sua Inghilterra di conflitti tra culture. O il giovane Yvan Sagnet, africano (e italiano) che, nel 2007, ha vinto una borsa di studio al Politecnico di Torino ma nel 2011 era in Puglia a raccogliere pomodori. E la pariginaJakuta Alikavazovic di origini bosiaco-montenegrine il cui talento è stato riconosciuto da numerosi premi.
C’è il racconto – tra le pagine di Pablo Gutièrrez – della generazione degli ‘80, cresciuta a suon di Nirvana e Pearl Jam. Storie di disagio, di ricerca, di contraddizioni. Ma anche storie che sembrano scritte nella pietra di un mondo ormai esotico, come la Svizzera raccontata da Arno Camenisch.
Patrick Flanery – di cui il NY TImes ha detto «sentiremo parlare di lui per molto tempo» – sarà ospite con un romanzo sugli inganni della memoria, sulle ramificazioni della censura che come un’epidemia invade la vita pubblica, ma anche la sfera privata.

SCRITTURE AL FEMMINILE
Nell’ultimo anno si è resa evidente la grande produzione di libri da parte di autrici affermate o promettenti esordienti. Così, per la settimana della Fiera, non può mancare un focus particolare Con le parole delle donne, un titolo inequivocabile per la tavola rotonda che assisterà al confronto tra Emanuela Carbé eVeronica Raimo. Studiosa di letterature la prima; autrici di successo entrambe: presenteranno i propri lavori in altrettanti incontri.
Grande attesa per Rosella Postorino, già nota editor Einaudi, all’esordio narrativo con “Il corpo docile”. E la già citata Jakuta Alikavazovic che presenta “La bionda e il bunker”.
Ma la Fiera non è solo narrativa: con un viaggio a ritroso tra gli autori italiani che hanno raccontato il Risorgimento, la studiosa Enza Del Tedesco presenta “Il romanzo della nazione”.

RITROVARE NUOVI AMICI
È motivo di autentico orgoglio ritrovare molti dei giovani autori che Progetto Giovani ha avuto il piacere di ospitare nei mesi scorsi: un impegno che si sta definendo con la rassegna “Da giovani promesse a soliti stronzi, per finire venerati maestri?” che coinvolge attivamente scrittori, critici, studiosi e lettori delle nuove generazioni.
Una grande dimostrazione di affetto e stima che arricchiscono il programma della Fiera con la presenza diGianluigi Ricuperati – autore e intellettuale tra i principali sostenitori del dialogo tra discipline – che illustrerà cinque modi per far esplodere il romanzo ben al di là della ricerca linguistica.
Torneranno a trovarci: Giovanni Robertini, scrittore e autore televisivo che descrive il bestiario che si cela dietro la patina del mondo culturale; Marco Balzano, con storie di precariato e migrazione; Matteo Marchesini, tra i più brillanti giovani critici del momento, poeta e autore di “Atti Mancati”; Martino Gozzi, docente di Scuola Holden e scrittore, artista dello storytelling.

NON SOLO PAROLE
Incontri, presentazioni, tavole rotonde non sono l’unico ingrediente della Fiera delle Parole di Progetto Giovani. Due appuntamenti, realizzati con la collaborazione dell’Associazione ConAltriMezzi, sono dedicati al pubblico serale.
Si comincia mercoledì con uno spettacolo, al teatro Ruzante, di letture e musica da Luigi Meneghellointitolato “Prendere nota – I piccoli (e altri) maestri”.
Si prosegue, venerdì sera, con Book Fighters, l’incontro conviviale con alcuni autori di Scrittura Industriale Collettiva (SIC) per parlare di “In territorio nemico” durante un book party Mimimum Faxe, a seguire, il quiz che vedrà scontrarsi blogger, docenti e scrittori a colpi di letteratura.

NON FINISCE QUI
Interrogarsi sulle trasformazioni dell’informazione e della comunicazione con Umberto Lisiero. La voce di tre poeti trentenni che dialogano sulla poesia di Caproni. Le incertezze sul futuro, la crescita, il diventare adulti degli adolescenti di Giorgio Ghiotti e dei finalisti del Campiello Giovani. Le scelte, la carriera e gli scrupoli della politica di Roberto Lucarella e Ludovico G. Rossi.

Progetto Giovani incontra per il secondo anno La Fiera delle Parole: quasi trenta appuntamenti nati dalla consapevolezza di un’esigenza. Quella del dialogo tra generazioni.

Visualizza il programma completo

Visualizza il programma di Progetto Giovani:

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
c/o Centro Culturale Altinate San Gaetano
Via Altinate 71, 35121 Padova
www.progettogiovani.pd.it
progettogiovani@comune.padova.it

Pin It