Rocco Civitarese, “Giaguari invisibili” – #giovanipromesse18

Pin It

Venerdì 25 maggio – ore 18:30

Rocco Civitarese

“Giaguari invisibili” (Feltrinelli)

con Sara Vergot

Spazio 35 – Centro Culturale Altinate San Gaetano

Torna al programma completo

Il libro

Pavia. Pietro, Giustino e Davide sono iscritti all’ultimo anno di liceo. Vivono quel momento irripetibile in cui si deve scegliere il proprio futuro, però a comandare sono i primi amori, la scoperta del sesso, il semplice fatto di essere diciottenni. La loro è l’età inquieta e meravigliosa, senza compromessi: tutto pare a portata di mano, ma anche pronto a sfuggire per sempre. Giustino, che da anni sta insieme a Laura, sogna di fare il fumettista, però non si applica davvero; Davide, detto Golia, è un buon giocatore di basket, ma sulla sua strada incrocia la disinibita Lucilla, una distrazione irresistibile. E Pietro teme di fallire il test di Medicina, dovrebbe studiare, invece i suoi neuroni non fanno che ammutinarsi appena compare Anna Pettirosso.

I tre amici, infatti, sono spavaldi e cinici quando si tratta di rapporti con le ragazze, fragili e spaventati quando entrano in gioco speranze e sentimenti, proprio come Anna, Laura e Lucilla – ragazzi e ragazze di una generazione che ha paura di sognare e tuttavia non può farne a meno. È un mondo che pulsa davanti ai nostri occhi e in cui entriamo grazie allo sguardo e alle voci interiori dei protagonisti, che irrompono nella narrazione come un gioco di opposti desideri (spesso con effetto comico), fra attrazioni e separazioni, insicurezze e gelosie, partite di pallacanestro e feste notturne, baci improvvisi e risse.

“Giaguari invisibili” è il debutto sorprendente di un giovanissimo autore, capace di maneggiare con abilità un coro complesso di personaggi, creature imperfette, tenere e spietate, e di restituire l’adolescenza dall’interno, con tutta la realtà di chi la sta vivendo. Una voce inconfondibile, unita al talento di chi sa come si racconta una storia.

L’autore

Rocco Civitarese, di origini abruzzesi, è stato nel 2016 tra i semifinalisti del Premio Campiello Giovani con il racconto “Bianca spuma” e ha ricevuto una segnalazione speciale al Calvino. Nel 2018, a diciotto anni, mentre frequenta l’ultimo anno di liceo classico a Pavia, pubblica per Feltrinelli “Giaguari invisibili”, il suo romanzo d’esordio.

La moderatrice

Sara Vergot si è laureata all’Università degli Studi di Padova in Lettere Antiche e in Filologia Moderna, occupandosi della traduzione dei classici nel ‘500 italiano. È insegnante per le scuole primarie e secondarie di secondo grado.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35141 Padova
Mail: progettogiovani@comune.padova.it

Pin It