World University Ranking 2016

Pin It

world-university-ranking

La rivista inglese Times Higher Education ha recentemente diffuso il “World University Ranking 2016”, la classifica 2016-2017 delle migliori università mondiali.

La ricerca ha preso in esame 980 università appartenenti a 79 Paesi in tutto il mondo, pari a circa il 5% di tutti gli istituti di istruzione superiore mondiali.

I risultati

Quest’anno, per la prima volta nella storia della classifica, non è un’Università americana a guidarla ma una inglese: l’Università di Oxford è la numero uno del mondo universitario, superando il California Institute of Technology (Caltech), cinque volte campione, che scende al secondo posto.

Tuttavia, gli Stati Uniti dominano comunque la classifica con 63 università presenti nelle prime 200 posizioni. Il resto della top five è occupato dalla Stanford University, terza, dall’Università di Cambridge al quarto posto, e dal Massachusetts Institute of Technology (MIT) in quinta posizione.

Il primo istituto non anglo-americano nella top ten è l’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Zurigo che ha mantenuto il suo nono posto per il secondo anno consecutivo. Anche la Germania ha ottenuto buoni risultati, con 41 istituti complessivi di cui 22 nella lista dei primi 200, passando da sette a nove istituti nella classifica dei primi 100. Le 13 principali università olandesi si piazzano per la prima volta tutte nella lista dei primi 200.

Nel resto del mondo, le altre istituzioni accademiche europee perdono terreno nei confronti di quelle asiatiche, in continua ascesa: la classifica attesta un crescente miglioramento nel settore dell’istruzione superiore asiatica. 19 università asiatiche si sono classificate tra le prime 200, contro le 15 dell’anno scorso. L’Università di Pechino passa dal 42° al 29° posto mentre la Tsinghua University raggiunge il 35° posto, salendo in un anno di 12 posizioni.

L’Italia

Per quanto riguarda il nostro Paese, a fronte di un aumento del numero degli atenei inseriti nel ranking (39 contro i 34 dell’edizione precedente), la Scuola Normale Superiore di Pisa e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa – che con meno di 50 anni dalla fondazione si conferma nella top ten mondiale delle giovani università – si attestano nella lista dei primi 200 atenei al mondo, rispettivamente in 137esima ed in 190esima posizione.

Tra la posizione 201 e la 250 troviamo l’Università di Bologna, il Politecnico di Milano e l’Università di Trento, mentre la Libera Università di Bolzano e la Sapienza di Roma si posizionano entrambe tra il 251esimo e il 300esimo posto.

L’Università di Padova, insieme a quella di Milano e di Pavia, si posiziona tra il 301esimo e il 350esimo posto; seguono via via tutte le altre prese in considerazione dal ranking.

Pin It